LA BETLEMME ROMANA E LE DOMUS ECCLESIAE (SECONDA PARTE)

3 bet e dintorni

(Seconda Parte)
LA BETLEMME ROMANA E LE DOMUS ECCLESIAE:

La divisione in tetrarchie dei territori palestinesi conquistati da Roma, faceva rientrare Betlemme come sottomessa al potere locale del re Erode 1° il Grande.

L’evento della nascita di Gesù segna quest’epoca.

Betlemme divenne presto luogo di culto per i primi cristiani dove veneravano nella grotta il nato Salvatore e Messia.

Non potendo costruire nulla sopra e nei dintorni della grotta a seguito delle forti persecuzioni contro le primitive comunità cristiane, in quella grotta pregavano, ricevevano il battesimo i primi catecumeni, celebravano l’eucarestia.

Era il tempo in cui i luoghi di eventi importanti (la grotta dove nacque il Gesù della storia) si trasformavano in piccole “domus ecclesie” fondate di fatto dalla fede in Lui.

Dopo la prima rivolta contro Roma soppressa nel sangue si acuirono le tensioni, che divennero sempre più forti, sfociando nella seconda Guerra giudaica, repressa sotto il dominio dell’imperatore Adriano (135 d.c.). Quest’ultimo decise di far scomparire il ricordo di questa grotta con un terrapieno, erigendo sopra un tempio pagano dedicato al dio Adone.

Il pellegrino che visita Betlemme in qualsiasi giorno dell’anno celebra il S. Natale.

image