Il Presepe Vivente 2014

20150107_083206

Gesù nasce nella Parrocchia di sant’Ignazio ad Olbia.

I parrocchiani e i frati della nuova chiesa provvisoria di Sant’Ignazio in via Veronese a Olbia, riscoprono il modello della famiglia di Nazareth, tramite il presepe vivente.

“Una trentina di figuranti, tra adulti e bambini, ha ripercorso la natività di Gesù in una scenografia ispirata agli antichi villaggi delle Palestina, realizzata all’esterno della chiesa. La voce narrante di padre Carlo ha dettato i tempi delle scene in cui si sono mossi fabbri, pescatori, lavandaie, pastori con tanto di agnelli sulle spalle, esattori delle tasse, centurioni, angeli, re Erode e, naturalmente, Giuseppe, Maria, il bambino Gesù e i tre Re Magi. ” (art.di Olbia Nova di Mauro Orrù)

“Santa Famiglia di Nazareth,
ridesta nella nostra società la consapevolezza
del carattere sacro e inviolabile della famiglia,
bene inestimabile e insostituibile.
Ogni famiglia sia dimora accogliente di bontà e di pace
per i bambini e per gli anziani,
per chi è malato e solo,
per chi è povero e bisognoso.”

Preghiera di Papa Francesco alla Santa Famiglia

L’ origine del presepio vivente risale prioprio dalla vita Francescana. Il primo presepe fu realizzato in una grotta del monte Falterone (Greccio – Rieti) nel Natale del 1233 da San Francesco d’ Assisi, per rievocare la natività dopo un suo viaggio a Betlemme.

Lascia una risposta